ABC DELLA SOSTENIBILITÀ

Carbon Neutrality

La neutralità carbonica consiste nel raggiungimento di un equilibrio tra le emissioni e l’assorbimento di carbonio. Quando si rimuove anidride carbonica dall’atmosfera si parla di sequestro o immobilizzazione del carbonio. Per raggiungere tale obiettivo, l’emissione dei gas serra dovrà essere controbilanciata dall’assorbimento delle emissioni di carbonio. Viene definito “pozzo di assorbimento” un sistema in grado di assorbire maggiori quantità di carbonio rispetto a quelle che emette. I principali pozzi di assorbimento naturali sono rappresentanti dal suolo, dalle foreste e dagli oceani. Ad oggi, nessun pozzo di assorbimento artificiale è in grado di rimuovere la necessaria quantità di carbonio dall’atmosfera in grado di combattere il riscaldamento globale. Il carbonio è rilasciato nell’atmosfera attraverso gli incendi, i cambiamenti nell’uso del terreno o i disboscamenti. Per questo motivo è fondamentale ridurre le emissioni di carbonio per poter raggiungere la neutralità climatica.

– Fonte PARLAMENTO EUROPEO.

Per raggiungere la neutralità climatica occorre misurare le emissioni e di conseguenza ridurle (reducing carbon footprint), ma nonostante gli sforzi intrapresi alcune emissioni derivanti dalle attività quotidiane o da processi industriali non è possibile evitarle. Da qui nasce l’esigenza di adottare, dopo azioni di misurazione e riduzione, azioni di offsetting e insetting (climate actions).
Per offsetting si intendono tutti gli investimenti in progetti di mitigazione all’esterno del sistema azienda, utilizzando crediti di carbonio certificati riconosciuti dai principali standard internazionali e dagli accordi sul clima.
Per insetting si intende tutti gli investimenti in progetti di riduzione delle emissioni di carbonio all’interno della catena produttiva e/o della comunità ad essa associata.

ISCRIVITI ALLA MAILING LIST
DEL NOSTRO MAGAZINE

per restare sempre aggiornato sui temi della CSR