CSR MAGAZINE

Stakeholder engagement: Quali benefici del coinvolgimento in azienda

Lo stakeholder engagement è da considerare a tutti gli effetti parte integrante, funzionale ed estremamente importante dell’intendere e fare azienda in modo sostenibile. Il coinvolgimento nella propria attività dei cosiddetti portatori di intesse, gli stakeholder appunto, garantisce più elevati standard di sviluppo sostenibile ed assicura innumerevoli vantaggi.

L’importanza dei rapporti interni ed esterni

Chiamate ad abbracciare il necessario cambiamento per perseguire la sostenibilità, le aziende non possono non coinvolgere i propri stakeholder. Anche perché, giocando un ruolo sempre più centrale, importante e intrecciato con il tessuto sociale in cui si opera, risulta praticamente impossibile non instaurare rapporti di collaborazione e non volere che questi conducano a obiettivi comuni.

E non stiamo parlando solo di partner, fornitori e istituzioni, quindi di stakeholder esterni, ma anche di dipendenti, manager, e tutti coloro che, internamente, lavorano per l’azienda. Prevedere piani di crescita professionale e aprire possibilità di carriera, avviare corsi di formazione e di educazione sostenibile, ma anche piani di sostegno assistenziale vuol dire muovere il primo determinante passo verso un concreto stakeholder engagement.

D’altro canto, voltare le spalle a portatori d’interesse esterni, per quando sempre meno possibile, vuol dire precludersi enormi possibilità di sviluppo, guadagno, business e innovazione, nonché mettere a rischio la propria supply chain e la propria azienda. Partendo proprio da questo punto, è bene ricordare fin da subito come la perfetta conoscenza dei propri partner sia indispensabile per evitare di ritrovarsi invischiati in scandali derivanti, per esempio, dalla poca attenzione etica di un fornitore di cui si era colpevolmente inconsapevoli.

Un condiviso obiettivo di sostenibilità

Come rivelato anche dai Global Reporting Initiative Standards (GRI Standards) e dall’EU, lo stakeholder engagement deve assumere un ruolo centrale dei processi aziendali e lavorare come strumento strategico per rendere più efficace la rendicontazione della propria azienda, attraverso la trattazione e la condivisione di tematiche sensibili e importanti per gli stakeholder.

In prima battuta, infatti, stakeholder engagement vuol dire conoscenza. In seconda, condivisione e coinvolgimento, attraverso iniziative mirate ad accrescere la propria competitività e, di pari passo, stimolare, portare al cambiamento e coinvolgere attivamente gli stakeholder per giungere a un obiettivo condiviso di sostenibilità ambientale o sociale, senza ovviamente dimenticare il business. Perché, se fatta bene, la sostenibilità è sempre una grande opportunità di profitto.

Per integrare nella propria mission aziendale una strategia di stakeholder engagement efficace e pienamente consapevole risulta fondamentale coinvolgere attivamente i portatori di interesse nel proprio processo produttivo, attraverso incontri, eventi, survey che permettano un confronto diretto e che sono il vero e proprio fulcro del perseguire lo stakeholder engagement.

Innovazione come fattore di crescita

Lo Stakeholder engagement indirizza le scelte, condiziona gli scenari e le possibilità, perseguendo comunque sempre l’obiettivo di rispondere a preoccupazioni e aspettative congiunte in tema di sostenibilità. Ma la sostenibilità è anche un’opportunità di crescita e di innovazione che, aprendo le porte a collaborazioni proficue e rinsaldando i rapporti, permette di cogliere opportunità inattese e farsi trovare preparati a risponde alle esigenze del mercato.

Stakeholder engagement vuol dire, infatti, anche mettersi in gioco, comprendere le necessità dei propri partner e cooperare per arrivare ad una soluzione, che spesso germoglia dalla sinergia di ricerca e sviluppo tecnologico, con evidenti benefici condivisi.

Da questo confronto si ricava la cosiddetta matrice di materialità, un asset fondamentale per mettere a confronto e allineare le proprie necessità di sostenibilità a quelle degli stakeholder, così da valutare al meglio il peso di ogni scelta e sviluppare un piano di azione sostenibile più coerente e concreto, tendendo sempre a mente i propri obiettivi, ma senza precludersi la possibilità di percorrere strade completamente nuove.

kore

Fattori interni e contesto istituzionale come spinta alle imprese per integrare i principi di economia circolare

Leggi l'articolo

Come ridurre i rifiuti generati dagli imballaggi? Packaging omogenei e riutilizzabili

Leggi l'articolo

ISCRIVITI ALLA MAILING LIST
DEL NOSTRO MAGAZINE

per restare sempre aggiornato sui temi della CSR