CSR MAGAZINE

Società benefit e B-CORP in Italia: la situazione attuale e le prospettive future

Negli ultimi anni, la consapevolezza riguardo alla necessità di promuovere un’impronta sociale e ambientale positiva nell’ambito delle attività aziendali ha guadagnato sempre più importanza. Due concetti che sono emersi come espressione di questa nuova filosofia aziendale sono le Società Benefit e le B-Corp. In questo articolo esploreremo a che punto siamo in Italia riguardo a queste due forme di imprese a impatto sociale, analizzando la loro diffusione, il contesto normativo e le prospettive future.

SOCIETÀ BENEFIT: DEFINIZIONE E CONTESTO ITALIANO

Una Società Benefit è un tipo di società che, oltre a perseguire il profitto, si impegna a raggiungere uno o più obiettivi di beneficio comune. L’obiettivo principale delle Società Benefit è creare un impatto positivo sulla società e sull’ambiente, integrando gli interessi degli stakeholder nelle decisioni aziendali.

In Italia, il quadro normativo per le Società Benefit è stato introdotto nel 2016 con la legge n. 208. Questa legge ha stabilito le basi per la creazione di società che perseguono finalità di beneficio comune, definendo regole specifiche per la loro costituzione, governance e monitoraggio delle performance sociali e ambientali. Da allora, numerose aziende italiane hanno adottato questa forma giuridica, ma il loro numero rimane ancora limitato rispetto al totale delle imprese nel paese.

B-CORP: DEFINIZIONE E CONTESTO ITALIANO

Le B-Corp (Benefit Corporation) sono un’altra forma di imprese a impatto sociale. A differenza delle Società Benefit, le B-Corp sono certificate da un ente di certificazione indipendente, il B Lab. Per ottenere la certificazione B-Corp, le aziende devono soddisfare rigorosi standard di performance sociale ed ambientale, oltre ad adottare una governance trasparente ed etica.

In Italia, il movimento delle B-Corp ha guadagnato slancio negli ultimi anni. Nel 2015 è stata fondata la filiale italiana del B Lab, e da allora un numero crescente di imprese ha scelto di diventare B-Corp certificate. L’Italia ospita ora una delle comunità di B-Corp più vivaci d’Europa, con un’ampia gamma di settori rappresentati, dalle startup alle grandi imprese.

SOCIETÀ BENEFIT E B-CORP: SINERGIE E DIFFERENZE

Sebbene le Società Benefit e le B-Corp condividano l’obiettivo di generare un impatto positivo sulla società e sull’ambiente, esistono differenze significative tra le due forme di imprese. Mentre le Società Benefit sono un tipo di società riconosciuto dalla legge italiana, le B-Corp sono un marchio di certificazione internazionale. Le Società Benefit operano secondo il quadro normativo italiano, mentre le B-Corp sono soggette a una valutazione indipendente effettuata dal B Lab.

Tuttavia, le sinergie tra le due forme di imprese sono evidenti. Molte Società Benefit italiane scelgono di ottenere anche la certificazione B-Corp per dimostrare il loro impegno nei confronti di standard di sostenibilità elevati. Essere una B-Corp certificata può conferire alle Società Benefit una maggiore visibilità internazionale e un riconoscimento globale per i loro sforzi.

PROSPETTIVE FUTURE

Nonostante i progressi fatti fino ad oggi, sia per le Società Benefit che per le B-Corp in Italia, c’è ancora spazio per una maggiore diffusione e consapevolezza. Il concetto di imprese a impatto sociale sta guadagnando sempre più terreno a livello globale, e l’Italia non fa eccezione. Le aziende italiane stanno gradualmente abbracciando una prospettiva più ampia che va oltre il semplice profitto, riconoscendo l’importanza di un modello di business sostenibile a lungo termine.

Il ruolo del governo italiano e delle istituzioni nel promuovere e sostenere le Società Benefit e le B-Corp sarà fondamentale per il loro sviluppo futuro. Un ambiente normativo favorevole, incentivi fiscali e programmi di formazione e sensibilizzazione potrebbero favorire ulteriormente la crescita di queste forme di imprese a impatto sociale.

In sintesi, le Società Benefit e le B-Corp rappresentano un nuovo modo di concepire il ruolo delle imprese nella società contemporanea. In Italia, sebbene ancora in fase di sviluppo, stanno ottenendo un riconoscimento sempre maggiore. La combinazione di una normativa adeguata, l’adozione da parte delle imprese e il supporto delle istituzioni possono contribuire a rendere l’Italia un luogo in cui queste forme di imprese a impatto sociale prosperano. Guardando al futuro, è auspicabile che sempre più imprese italiane aderiscano ai principi delle Società Benefit e delle B-Corp, guidando così la transizione verso un’economia più sostenibile e socialmente responsabile.

kore

Approvvigionamento sostenibile e ISO 20400: pratiche aziendali responsabili

Leggi l'articolo

ESRS: il primo set di standard europei per la sostenibilità

Leggi l'articolo

ISCRIVITI ALLA MAILING LIST
DEL NOSTRO MAGAZINE

per restare sempre aggiornato sui temi della CSR

Indirizzo Email(Obbligatorio)
Consenso(Obbligatorio)