CSR MAGAZINE

Come creare valore grazie all’Economia Circolare

Integrando la vision aziendale con concetti e buone pratiche di sostenibilità ambientale, l’Economia Circolare rappresenta un’occasione di business unica. Perseguendone i principi, le aziende hanno infatti l’opportunità di accedere a un sistema di sviluppo sostenibile, che fin da oggi deve costituire le fondamenta del fare impresa. Un sistema di business che crea valore, non solo economico, ma anche in termini di sostenibilità ambientale e sociale.

Le opportunità offerte dall’Economia Circolare

Attraverso l’Economia Circolare le imprese hanno una grande opportunità per ridurre il loro impatto ambientale e, al contempo, aumentare le entrate e il grado di soddisfazione dei propri consumatori. Proprio quest’ultimo aspetto rappresenta un vantaggio e una fonte di guadagno affatto trascurabile. Con consumatori sempre più consapevoli, adottare politiche sostenibili vuol dire infatti intercettare i loro bisogni e indirizzarne positivamente le scelte al momento di acquistare un bene o un servizio.

Ma che cos’è l’Economia Circolare?

Volenti o nolenti, l’Economia Circolare è il futuro. La risposta necessaria alla richiesta di aiuto fatta dall’ambiente in tema di sfruttamento delle risorse. Un passo non più rinviabile per giungere a una sempre più consapevole e completa ottimizzazione dell’utilizzo delle materie prime e dei prodotti, partendo dalla drastica riduzione dei rifiuti. Perché, nell’Economia Circolare è il concetto stesso di rifiuto a essere eliminato.

Economia Circolare, rigenerare profitto

L’Economia Circolare annulla il prima e il dopo e crea un continuum capace di generare profitto e valore da quello che fino a ieri era scarto e che, oggi, diventa risorsa. Il primo passo verso questo modello è garantire assistenza e manutenzione sui prodotti finiti. Occorre poi incentivare le politiche di sharing e leasing trasformando il “consumatore” in “utilizzatore”, ricondizionare e redistribuire ciò che potrebbe avere ancora mercato, standardizzare e recuperare le componenti dai prodotti esauriti e, in ultimo, riciclare le materie prime e immetterle nuovamente nel ciclo produttivo.

Un vantaggio per tutta la filiera

L’Economia Circolare è un vantaggio per tutta la filiera. Infatti, grazie all’utilizzo delle materie prime secondarie, si abbattono i costi di approvvigionamento e ci si mette al riparo dalle incognite del mercato. Inoltre, si fidelizza il cliente e gli si offre la possibilità di un più facile e vantaggioso accesso a prodotti durevoli e di qualità. Il che, a sua volta, giova all’ambiente, minimizzando lo spreco, i rifiuti e l’emissione di gas serra.

Una risorsa, infinite rinascite

In definitiva, l’Economia Circolare genera valore azzerando gli sprechi e ricavando il massimo da ogni risorsa, prodotto e rifiuto, riducendo al contempo i rischi dettati dall’andamento ondivago del mercato delle materie prime, l’impatto dell’intera supply chain sull’ambiente e fidelizzando utilizzatori consapevoli e responsabili dell’intero processo produttivo dietro le infinite opportunità di rinascita regalate a ogni prodotto.

kore

Governance della sostenibilità

Leggi l'articolo

Transizione energetica – Net to zero entro il 2050

Leggi l'articolo

ISCRIVITI ALLA MAILING LIST
DEL NOSTRO MAGAZINE

per restare sempre aggiornato sui temi della CSR